Gli Spaccia Lezioni

Escogito Ergo Sum

Recensione a “Blood” di Anne Rice


anteprima-blood-di-anne-rice-l-ihtg-qTitolo: Blood
Autore: Anne Rice
Editrice: TEADUE
Edizione: 2011
Pagine: 358
Prezzo: euro 8,90

Trama in breve
Il vampiro Lestat, dopo aver affrontato il suo personale viaggio tra Inferno, Purgatorio e Paradiso, è stato svegliato dal suo sonno nella cattedrale di New Orleans dal giovane Tarquin Blackwood, un vampiro novizio, creato ed abbandonato a se stesso. Dopo aver aiutato il giovane a liberarsi dello spettro che lo stava perseguitando, Lestat si trova faccia a faccia con il grande amore di Quinn, Mona Mayfair, e se ne innamora a sua volta. Per evitare che tra i due si formi una barriera, Lestat decide di trasformare la ragazza trovandosi invischiato in quelli che sono i segreti affari dei Mayfair. Mona risulta essere un’allieva indisciplinata e capricciosa, colma di rancore e risentimento nei confronti della famiglia, soprattutto della zia Rowan Mayfair. Le due donne hanno concepito, con lo stesso uomo, creature di una razza a parte, simile a quella umana ma con caratteristiche molto diverse. Contemporaneamente lo spirito di Oncle Julien Mayfair perseguita Lestat, accusandolo di avergli sottratto il compito di accompagnare l’anima di Mona in Paradiso e di essere pronto anche a cibarsi di quella di Rowan. I tre si mettono alla ricerca di queste creature e della figlia di Mona, permettendo a Lestat di scoprire lo zampino di Oncle Julien nella trama della vicenda.

Commento
Torno a leggere un libro di Anne Rice dopo più di un anno e con una crescita personale di letture alle spalle, che mi hanno fatto apprezzare il testo in modo diverso. Rimane costante e immutabile la brillantezza ed efficacia della scrittura della Rice, che riesce a raccontare ogni scena, ogni spazio come fossero un quadro realista, con una forte caratterizzazione dei personaggi, sia dal punto di vista estetico che psicologico. “Memnoch il diavolo” è stato la chiave di volta che ha dato il via alla trasformazione di Lestat, all’evoluzione del suo personaggio, che tende ad essere sempre più riflessivo e sfaccettato, perdendo quel tipico tratto “animalesco” che lo ha accompagnato nella prima parte de Le Cronache dei vampiri.
Per quanto abbia apprezzato e letteralmente divorato questo libro, è venuta a mancare quella suggestiva parte dei primi testi, la ricchezza di richiami alla filosofia, all’arte e alla storia umana. Tutta la vicenda ora si ambienta nel periodo contemporaneo, restandone comunque completamente estraneo, come se la storia percorresse un binario esterno alla realtà. Questa caratteristica rende la storia “evanescente” sul piano storico e meno ricca, rispetto alle precedenti.
La figura di Lestat assume una sfumatura più teologica, a causa del suo desidero di diventare “santo” e dei nuovi poteri acquisiti dopo il suo viaggio nell’al di là.  Mona Mayfair risulta un personaggio estremamente fastidioso, rispetto all’eleganza ed eccentricità dimostrata da tutti gli altri vampiri. Problematica ben sopperita grazie alla presenza di Quinn, che sembra ricreare il legame tra Lestat e Marius.
La mia passione per la scrittura della Rice mi spinge a continuare a leggere i suoi lavori, ora in lingua inglese. Sicuramente questo non è uno dei suoi libri migliori.

VOTO. 7/10

Tamara V. Mussio – Gli Spaccia Lezioni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Conservare In Frigo

le cose buone che mi capitano

Marilena in the kitchen "old fashioned recipes"

"In ogni piatto c'è sempre un ingrediente unico ed irripetibile, frutto della tua energia, delle tue emozioni"(Marilena)

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

Håkan Östlundhs blogg

Om och av författaren Håkan Östlundh

Fuoco di Prometeo

Il MISTERO a portata di mano!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: