Gli Spaccia Lezioni

Escogito Ergo Sum

Rientro in Italia (solo in vacanza)


Ciao a tutti Spaccia Lezioni, mancano poche ore al mio rientro in Italia. Infatti, venerdì 7 ottobre tonerò a casa per trascorrere qualche giorno con la mia famiglia e gli amici, dopo un lungo periodo (per me lo è stato) lontano da loro. Sono partita il 24 febbraio per la prima volta, rientrata ad aprile per le vacanze di Pasqua e ora ho deciso di concedermi qualche giorno di riposo.

wp_20160430_22_34_27_proPer quanto possa sembrare “poco” il tempo passato in Inghilterra (solo sei mesi), per me è la prima volta che mi trovo a vivere da sola in un posto a me totalmente sconosciuto. In questi sei mesi ho fatto dei cambiamenti che, ora che mi guardo alle spalle, ancora mi lasciano stupita di quanto coraggio ho saputo trovare. Avere il vantaggio di poter usare Skype e parlare con la mia famiglia tutti i giorni è un grande aiuto, eppure ho dovuto prendere delle decisioni da sola. In un mese ho traslocato tre volte (Billericay – Southend – Rayleigh), poi sono stata costretta a salutare un’amica preziosa prima del tempo. Ho cambiato diversi lavori, ho imparato molte cose nuove, mi sono ambientata in una città nuova e ho imparato ancora un po’ di cosette sulle linee degli autobus e su come si cerca lavoro. Ho riscritto il mio Curriculum diverse volte, ho affrontato nuovi colloqui di lavoro. Ho comprato una bicicletta!

Direi che non ho avuto tempo di annoiarmi.

Ora, però, sento il bisogno di tornare, di rivedere la mia famiglia, di ritrovare quella quotidianità caotica che è casa mia. Se, fino al mese scorso, dicevo di non sentire poi così tanto la mancanza della mia famiglia, dopo aver comprato il biglietto aereo è cominciato una sorta di count-down psicologico nel quale, ad ogni settimana lasciata alle spalle, si aggiungeva una sorta di fremente attesa per il giorno del rientro. A questo punto posso dire che, da lunedì, non faccio altro che dirmi che la settimana è più lunga del previsto, che vorrei fosse già ora di partire e recarmi in aeroporto, che forse una settimana solamente è poco.

donne-al-volante-pericoloTra le tante cose che mi mancano in primis c’è la mia famiglia, poi vengono il cibo (anche se posso cucinare come mi pare anche qui), gli amici e, udite udite, la MACCHINA! Assolutamente sì! Mi manca da morire poter guidare! Qui non posso ancora permettermi di comprare una macchina e mantenerla, perciò sono “motorizzata bicicletta”. Io che amo guidare e non posso farlo, sento la mancanza delle guide giornaliere. Ammetto di aver spezzato quest’attesa mentre lavoravo al vivaio, perché mi hanno permesso di guidare il trattore piccolo nelle serre!

Da domani inizierà il vero conto alla rovescia, visto che non ho la macchina, venerdì dovrò impiegare tutto il giorno per raggiungere l’aeroporto, fare il check-in e via dicendo.

Ora chiedo a voi, se doveste passare (o avete passato) un lungo periodo lontano da casa, cosa vi mancherebbe di più?

Grazie per avermi seguito e al prossimo articolo.

Tamara V. Mussio Gli Spaccia Lezioni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Conservare In Frigo

le cose buone che mi capitano

Marilena in the kitchen "old fashioned recipes"

"In ogni piatto c'è sempre un ingrediente unico ed irripetibile, frutto della tua energia, delle tue emozioni"(Marilena)

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

Håkan Östlundhs blogg

Om och av författaren Håkan Östlundh

Fuoco di Prometeo

Il MISTERO a portata di mano!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: