Gli Spaccia Lezioni

Escogito Ergo Sum

“Awake”: un piccolo capolavoro di straniamento


Titolo originale: Awake

Lingua originale: Inglese

Anno: 2012

Genere: Drammatico, fantascienza, poliziesco

Stagioni: 1

Episodi: 13

Produttore: Jason Isaacs, Keith Redmond, Ed Milkovich, Michael Klick

Produttore esecutivo: Kyle Killen, Howard Gordon, Jeffrey Reiner

Interpreti: Jason Isaacs – Detective Michael Britten; Laura Allen – Hanna Britten; Dylan Minette – Rex Britten; Steve Harris –  Detective Isaiah “Bird” Freeman (realtà verde); D.B. Wong – Dr. Jhon Lee (realtà verde); Wilmer Valderama – Detective Efrem Vega (realtà rossa); Cherry Jones – Dr.ssa Judith Evans (realtà rossa).

 

Awake

Jason Isaacs – Michael Britten

Trama in breve

Il detective Michael Britten (Jason Isaacs) resta coinvolto in un incidente stradale, mentre torna a casa con la moglie Hanna (Laura Allen) e il figlio Rex (Dylan Minette). La loro auto finisce fuori strada, fermandosi in una scarpata, il tutto apparentemente senza motivo, o forse perché il detective aveva bevuto, fatto del quale non si ricorda. Dopo essere stato in coma per diverso tempo, Britten scopre che la moglie è rimasta uccisa, mentre il figlio è sopravvissuto (realtà verde). Al termine della prima giornata post-coma, Michael si addormenta e si risveglia, il giorno seguente, nello stesso luogo ma in una realtà completamente diversa (realtà rossa), nella quale sua moglie è viva e Rex è morto nello schianto.

Comincia così uno scambio infinito: un giorno nella “realtà rossa” (colori collegati ai braccialetti che Isaacs indossa per distinguere le giornate, verde per Rex vivo, rosso per Hanna viva) dove lui e la moglie cercano di ricominciare a vivere, e un giorno nella “realtà verde”, dove padre e figlio devono arrendersi all’idea di convivere e conoscersi, senza il tramite femminile. Anche i due psicologi, la Dott.ssa Evans nella realtà rossa e il Dr. Lee nella  realtà verde, cercheranno di convincere Britten che “quella” è la realtà e l’altra è un sogno. Attraverso questi sogni scoprirà la verità sul suo incidente.

Commento

awake-docs

I dottori: A sinistra Judith Evans (realtà rossa), a destra Jhon Lee (realtà verde)

In soli tredici episodi questa serie riunisce le paure ancestrali di ogni uomo: la perdita di parte della propria famiglia, il senso di colpa per esserne la causa, lo straniamento e il desiderio profondo di rimediare. Un tema importantissimo, che si potrebbe leggere in ogni puntata, è l’attenzione ai particolari: una piccola azione che differisce da una realtà all’altra, può cambiare il corso degli eventi. In uno degli episodi chiave, questo tema è al centro dell’azione: da una parte la partita di football finisce con la vittoria della squadra di casa, dall’altra con la sconfitta della stessa. Questo porta Britten ad indagare su due omicidi completamente diversi e a farlo riflette su quanto un piccolo cambiamento abbia avuto conseguenze divergenti.

Sarà perché non ho ancora visto “Inception” che trovo questa mini serie un piccolo capolavoro, con un eccellente climax di tensione e di follia, misti alla necessità di riportare tutto su un piano logico e concreto. Straniante il finale, che avrebbe meritato una seconda stagione per essere spiegato (purtroppo non è andata così a causa dei bassi ascolti in USA).

Ho navigato un po’ in internet e ho scoperto che questa serie tv è stata ignorata perché considerata troppo poco gestibile nella creazione di “numerose stagioni”.

Per quanto mi riguarda, preferisco telefilm che non superino la 3ᵃ / 4ᵃ stagione, perché il risultato diventa sempre troppo  forzato (si vedano Supernatural, Buffy, Angel, CSI, Dexter).

Consiglio a tutti di dare un’occasione a questo lavoro, alla fine, sono solo 13 episodi. Jason Isaacs, come sempre, ha dato il meglio di se, e le freddure nelle battute sono decisamente piacevoli.

VOTO: 8,5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Conservare In Frigo

le cose buone che mi capitano

Marilena in the kitchen "old fashioned recipes"

"In ogni piatto c'è sempre un ingrediente unico ed irripetibile, frutto della tua energia, delle tue emozioni"(Marilena)

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

Håkan Östlundhs blogg

Om och av författaren Håkan Östlundh

Fuoco di Prometeo

Il MISTERO a portata di mano!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: