Gli Spaccia Lezioni

Escogito Ergo Sum

Wilderness: SULLA NOTIZIA DELLA RICHIESTA DI APERTURA DELLA CACCIA NELPARCO NAZIONALE DELLO STELVIO.


NOTA AGLI AMBIENTALISTI

wilderness1Non conosco affatto la situazione degli ungulati (specie Cervo) nel Parco Nazionale dello Stelvio, né quale sia la richiesta avanzata dalle autorità altoatesine, per cui quanto scrivo in merito all’allarme lanciato da tanti ambientalisti si basa solo su una notizia imprecisa, sebbene l’argomento sia piuttosto basato su principi; principi che non è detto siano sempre giusti:

1. E’ ora di smetterla col tabù (ecco un principio!) tipicamente italiano che nei Parchi non si debba MAI cacciare. A volte vi possono essere anche motivazioni squisitamente ecologiche a farlo ritenere non solo opportuno, ma necessario (esempio, nel Parco d’Abruzzo per cervi e cinghiali, ed in difesa dell’orso marsicano).

2. Almeno per il cervo, se il loro numero è tale da arrecare danno alle foreste ed alla flora del Parco ed alle colture agricole di fondovalle, logico, normale e giusto che debbano essere ridotti di numero, e che la caccia sia lo strumento più efficace per farlo.

3. Invito tutti a leggersi un articolo sullo stesso problema nei Parchi americani (e come lo abbiano risolto), che apparirà nell’imminente prossimo numero del periodico Wilderness/Documenti che magari qualcuno di voi riceverà (altri lo potranno richiedere se mai lo desiderassero).

Saggezza e ragionevolezza a volte valgono più di tante ottuse prese di posizione di principio, le quali stanno rendendo i Parchi sempre più avvisi alle popolazioni locali che li hanno e li stanno subendo a causa della loro illiberale antidemocraticità istitutiva. Non citiamo solo Yellowstone quando ci fa comodo: è di poco tempo fa addirittura l’autorizzazione alla caccia di alcuni esemplari di Grizzly nel limitrofo Parco Nazionale del Grand Teton in occasione dell’apertura della stagione venatoria ai cervi Wapiti. E questi provvedimenti non sono certo per danneggiare i Parchi o per annientare l’orso! Per cui dovrebbero fare riflettere e farci capire che forse siamo noi che sbagliamo, non gli altoatesini e tanto meno gli americani.

Cordiali saluti a tutti.

Franco Zunino
Segretario Generale dell’AIW

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 giugno 2015 da in Wilderness con tag , , , .
Conservare In Frigo

le cose buone che mi capitano

Marilena in the kitchen "old fashioned recipes"

"In ogni piatto c'è sempre un ingrediente unico ed irripetibile, frutto della tua energia, delle tue emozioni"(Marilena)

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

Håkan Östlundhs blogg

Om och av författaren Håkan Östlundh

Fuoco di Prometeo

Il MISTERO a portata di mano!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: