Gli Spaccia Lezioni

Escogito Ergo Sum

Sfregiata la roccia 2 delle Incisioni Rupestri nel parco di Naquane


imageVenerdì il Giornale di Brescia, unito al servizio di Teletutto, ha mostrato gli sfregi fatti alle incisioni rupestri conservati sulla Roccia 2, del parco di Naquane. Millenni di storia e di testimonianze, conservate e protette con un decreto del 1997, che dichiara Naquane “Patrimonio dell’umanità“, sono stati banalizzati con scritte e disegni, forse fatti da qualche sciocco ragazzino in gita scolastica.

Sulla pietra spiccano due animali stilizzati e la parola “zucca”. Per fortuna i graffi sono lievi e sarà forse possibile cancellarli.

pitoti_iconNel 2001, un’altra roccia dello stesso parco è stata sfregiata, con una scritta che non sarà più possibile rimuovere perché profonda e ben marcata: “PITOTI”.

Probabilmente questo fatto non otterrà la stessa risonanza mediatica avuta dallo sfregio della Fontana del Bernini, ma mi permetto di parlarne comunque.

Queste incisioni sono testimonianze fondamentali della nostra cultura, delle nostre radici. Possono dirci da dove siamo venuti, come ci siamo evoluti e ci ricordano che l’uomo è partito da qualcosa, che non siamo sempre stati qui.

Mi chiedo, quindi, da dove venga questo bisogno di distruggere, rovinare e creare problemi? Perché i ragazzi sentono il bisogno, sempre più giovani, di mettersi al centro dell’attenzione vandalizzando, non solo opere d’arte, ma anche beni pubblici?

Anche se non si parla di opere d’arte, porto ad esempio quanto accaduta la notte di capodanno a Mairano (dove vivo). Nella notte alcuni ragazzi hanno distrutto degli alberelli di natale in legno e danneggiato una cabina dell’Enel (se non ricordo male). L’unica domanda è: perché?

Cosa c’è di così interessante, esaltante e divertente nella distruzione? Abbiamo impiegato secoli per evolverci attraverso la “costruzione”, l’innovazione, la voglia di migliorarsi e creare. Come può essere “utile” creare un danno?

49553Possibile che, già a 12, 13, 15 anni abbiano una simile rabbia repressa, che necessita  di essere sfogata attraverso la violenza e il vandalismo? Non voglio attaccare i genitori, perché sono una categoria sufficientemente bistrattata e perché, spesso, anche imponendo delle regole e insegnando il rispetto, non riescono ad ottenere risultati. Posso comprendere un bambino piccolo (dai 2/3 anni fino ai 5) che rompe un giocattolo per vedere come è fatto, ma quello a cui si assiste spesso e volentieri è il desiderio di distruggere fine a sé stesso.

Un consiglio a chi ha deturpato la roccia di Naquane e a chi ha questi impulsi: se proprio avete tanta energia e voglia di distruggere, andate a fare sport, andate a camminare, nuotare, saltare, trovate qualcosa che vi sfianchi, prima di decidere di fare una scemenza del genere. Certe bravate non sono “divertenti” sono solamente STUPIDE. Con azioni come questa obbligate chi studia o lavora a triplicare l’impegno, già importante, della sorveglianza. Potreste mettere in seria difficoltà chi si occupa di sorvegliare certi luoghi, oppure rovinare qualcosa che, un domani, potrebbe essere il vostro futuro lavoro o l’unica possibilità di avere una piccola entrata a vostro favore.

Spegnete gli impulsi e accendete il cervello, è molto più redditizio.

Per ulteriori informazioni vi rimando all’articolo originale del Giornale di Brescia.

Tamara V. Mussio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Conservare In Frigo

le cose buone che mi capitano

Marilena in the kitchen "old fashioned recipes"

"In ogni piatto c'è sempre un ingrediente unico ed irripetibile, frutto della tua energia, delle tue emozioni"(Marilena)

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

Håkan Östlundhs blogg

Om och av författaren Håkan Östlundh

Fuoco di Prometeo

Il MISTERO a portata di mano!