Gli Spaccia Lezioni

Escogito Ergo Sum

Recensione a “Con le spalle al muro” di Fiorella Carcereri


Buongiorno Spaccia Lezioni! Iniziamo le nuove recensioni del 2015, parlando del romanzo “Con le spalle al muro” di Fiorella Carcereri, presentato con Gli Spaccia Lezioni il 20 Luglio durante l’evento “Leggiamoci a… Pievedizio I^ Edizione”.

con-le-spalle-al-muro-213x300Dopo l’affascinante “Amore latitante” dove il tema principale era la crescita personale, rapportata alla ricerca della stabilità sentimentale, l’autrice ci porta ad indagare questo nostro periodo storico/economico. Attraverso la famiglia Ferrari, proprietaria di un’azienda veneta di abbigliamento, vediamo i drammatici sviluppi e le problematiche angoscianti relative alla crisi economica che, in questi anni, si sta abbattendo sull’Italia. La concorrenza estera, l’aumento delle tasse, l’impossibilità di competere con i nuovi lavoratori cinesi e la pressante richiesta di materiale di ottima qualità italiana a prezzi irrisori, portano l’azienda “Your Fashion” di Michele Ferrari al tracollo. Cercando di limitare le spese e di coprire i buchi di bilancio, prima vengono licenziati la metà degli operai, mentre la restante parte viene mantenuta con un contratto di solidarietà. Non potendo più reggere i continui colpi della sorte, l’azienda è costretta a chiudere. Tuttavia i problemi non finiscono qui. Michele cade in uno stato depressivo e la moglie, Marcella, è costretta a spiegare alla figlia più giovane, Giulia, che cosa sta realmente accadendo, invitandola a non rivelare nulla al fratello maggiore, Luca, che si trova in America per un tirocinio presso uno dei maggiori centri di studio sulla Leucemia.

Le due donne di casa cercano di tirare avanti la baracca il più possibile, temporeggiando nell’attesa del rientro di Luca. Nel frattempo Michele decide di recarsi in fabbrica per controllare che nessuno sia entrato. Arrivato allo stabile scopre due uomini intenti a rubare quella poca attrezzatura elettronica presente e, armato, uccide uno dei rapinatori. Il tracollo psichico è totale e trascinerà nella sua spirale di desolazione tutta la famiglia.

Non tutti, però si sono arresi e la famiglia Ferrari, quasi al completo, riuscirà a risollevare le proprie sorti grazie al difetto più grande dei lavoratori: non mollare mai e continuare a credere nelle proprie capacità.

DSC_0477In questo romanzo breve, considerando i molti argomenti trattati, l’autrice si destreggia abilmente, riuscendo a trasmettere molto anche in poche pagine. L’ansia, l’angoscia, il desiderio di rivalsa, la voglia di continuare a sperare e di cercare sempre “la luce in fondo al tunnel” anche se ancora non si può vedere, rappresentano perfettamente il nostro momento storico, l’economia che, come una belva invisibile ma famelica, divora tutto: dagli oggetti più materiali come l’azienda, la casa, i mobili, fino alle speranze e alla voglia di vivere. Molto forte la figura di Michele che segue un suo percorso personale e che perde ogni punto di contatto con le persone che lo circondano e che lo amano. Di grande impatto la vulcanica Giulia, che trova sempre una soluzione e sembra uno stratega romano che, non potendo attraversare direttamente il fiume, trova mille modi per costruire dei ponti e proseguire lungo la sua strada. Non si può non provare empatia per Luca, che cerca di seguire il suo sogno, ma resta sempre ancorato con i piedi ben saldi a terra ed è disposto a rinunciare a tutto pur di non essere un peso per gli altri. Marcella, forse, è la figura più dominante di tutto il libro. Una donna forte, che rispetta se stessa sia nella buona che nella cattiva sorte; che non si è mai crogiolata nei vantaggi della florida azienda, prima. Tantomeno si lascia abbattere e schiacciare dalla delusione seguita alla chiusura.

Un racconto emozionante, che mette a nudo i pensieri e le angosce di molti imprenditori e lavoratori del XXI secolo, che devono fare i conti con un nemico invisibile e sempre più minaccioso: la crisi economica.

VOTO: 9

Tamara V. Mussio

Annunci

2 commenti su “Recensione a “Con le spalle al muro” di Fiorella Carcereri

  1. fiorella carcereri
    12 gennaio 2015

    Grazie a Tamara Mussio per la bella recensione e a tutti coloro che decideranno di acquistare e leggere il mio romanzo, disponibile su prenotazione presso le migliori librerie ed ordinabile su IBS ed altri store online con spedizione immediata. Buona lettura !

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Conservare In Frigo

le cose buone che mi capitano

Marilena in the kitchen "old fashioned recipes"

"In ogni piatto c'è sempre un ingrediente unico ed irripetibile, frutto della tua energia, delle tue emozioni"(Marilena)

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

Håkan Östlundhs blogg

Om och av författaren Håkan Östlundh

Fuoco di Prometeo

Il MISTERO a portata di mano!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: