Gli Spaccia Lezioni

Escogito Ergo Sum

Recensione a “Sono solo canzoni…” di Gianfranco Iovino


sono-solo-canzoni-156780Buongiorno Spaccia Lezioni, pronta una nuova recensione. Il libro di cui vi parlo oggi è “Sono solo canzoni…” di Gianfranco Iovino.

Anche in questo testo, l’autore porta avanti la sua idea di letteratura sociale, che va a toccare temi scottanti della società moderna, mettendo in campo, in questa occasione, celebri canzoni della musica italiana.

Il libro è composto da varie storie, tratte e nate dall’ascolto di alcune famosissime canzoni come “La donna cannone”, “Il silenzio della colomba”, “Gli angeli”, “Nei giardini che nessuno sa”. Attraverso questo stratagemma narrativo, Iovino dona un volto nuovo a testi spesso dimenticati che, in realtà, dimostrano di essere spaventosamente attuali. Considerando gli anni in cui sono stati scritti questi pezzi, ci ritroviamo di fronte ad una società che non è cambiata, ma che dovrebbe farlo: parlando de “Il silenzio della colomba”, “Chicco e Spillo”, “Nei giardini che nessuno sa”. Oppure torniamo al periodo dell’adolescenza con “Anna e Marco”, “E adesso la pubblicità”, “Il canto del mare”.

Come sempre lo stile ricco e coinvolgente di Iovino affascina il lettore, creando una storia nella storia, lasciando che sia l’eleganza della sua scrittura a cullarci, al posto della musica. Lo stile di “Sono solo canzoni” perde la durezza che aveva in “Oltre il confine” e assume un tono più poetico, più musicale e piacevole.

Un consiglio a tutti i lettori: per chi non conoscesse le canzoni citate, come la sottoscritta, consiglio vivamente di ascoltarle prima della lettura. Per chi già le conoscesse, sono sicura che sia un ottimo modo di ricreare le atmosfere che hanno fatto amare questi capolavori.

Ho trovato un po’ di difficoltà nell’approcciarmi al testo perché l’autore non tratta mai temi “leggeri”, ma spinge sempre il lettore a mettersi una mano sulla coscienza e riflettere. Per questo motivo la lettura ha richiesto la mia massima concentrazione. Sono sicura che una seconda lettura, tra un po’, permetterà una comprensione migliore. Invito comunque tutti voi a mettervi in gioco con questo libro.

Ricordo a tutti che l’autore non percepisce alcun compenso dalla vendita del suo libro perché tutti i proventi sono devoluti a favore della “Lega del filo d’oro”

A chi volesse saperne di più, lascio il link all’intervista del 16 Marzo a Gianfranco Iovino, presso la libreria Feltrinelli di Brescia.

VOTO: 7

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 8 dicembre 2014 da in 2014, Recensioni, Uncategorized con tag , , , .
Conservare In Frigo

le cose buone che mi capitano

Marilena in the kitchen "old fashioned recipes"

"In ogni piatto c'è sempre un ingrediente unico ed irripetibile, frutto della tua energia, delle tue emozioni"(Marilena)

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

Håkan Östlundhs blogg

Om och av författaren Håkan Östlundh

Fuoco di Prometeo

Il MISTERO a portata di mano!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: