Gli Spaccia Lezioni

Escogito Ergo Sum

Continuum, alla ricerca dell’era perduta


10723091_749349198435325_1334757159_nContinuum è una serie TV trasmessa dal canale Showcase a partire dal 27 maggio 2012. Vincitrice del premio “Effetti scenici” ai Canadian Screen Awards del 2013 e del 2014, nonché dei premi “Miglior serie TV fantascientifica”, “Miglior sceneggiatura fantascientifica” e “Miglior attrice protagonista in un episodio di fantascienza” ai Constellation Awards del 2013, può fregiarsi anche del titolo “Miglior presentazione televisiva” conferito dall’Accademia della Fantascienza sempre nel 2013. Fra il 2013 e il 2014 è riuscita ad aggiudicarsi pure 14 titoli ai Leo Award.

Vancouver, 2077: un gruppo di “terroristi”, i Liber8, viene condannato a morte per aver fatto esplodere un palazzo con l’obiettivo di destabilizzare l’oligarchico Congresso delle Corporazioni Nord-Americano, facente le veci a livello continentale dei superati governi nazionali. Durante l’esecuzione, ogni galeotto maneggia uno spicchio d’acciaio, e l’unione di tutti gli spicchi dà forma a una sfera che innesca un processo temporale regressivo.

10723061_749351865101725_1488793313_nL’agente della CPS (City Protective Service) Kiera Cameron viene a trovarsi nei paraggi del punto dove viene attivato il flusso energetico, mentre cerca invano d’impedire quell’atto. Il marchingegno temporale catapulta perciò la Protettrice indietro di 65 anni, nel 2012, assieme ai prigioneri che hanno provocato il ripiegamento cronologico con lo scopo di modificare la storia, stroncando sul nascere la progressiva ascesa al potere delle Corporazioni transnazionali a scapito dei governi locali. Nel luogo dove l’agente Cameron “ricade” nel 2012 avviene un’esplosione dovuta alla breccia cronologica, deflagrazione che provoca l’immediato intervento della polizia e dei vigili del fuoco. Per evitare di destare sospetti sulla sua vera identità, Kiera si finge un’agente della polizia di Portland di cui adocchia l’immagine in televisione, e inizia a collaborare con la polizia di Vancouver della “nuova/vecchia” epoca: queste forze dell’ordine non ancora soggette alle autoreferenziali mire delle Corporazioni.

Colui che diventa il suo partner, Carlos Finnegra, e il giovane nerd genio dell’informatica Alec Sadler, sono le uniche persone appartenenti al 2012 che, per motivi differenti, vengono a conoscenza della “provenienza futura” di Kiera. Alec Sadler è presente pure nel 2077 in versione patriarca magnate della SadTech, una delle venti titaniche Corporazioni che compongono il Congresso.

Nelle prime puntate vediamo dunque una Kiera Cameron confusa, disorientata, a disagio nel confrontarsi con un mondo la cui tecnologia le è totalmente avulsa a causa della sua immane arretratezza: è impietoso il confronto con la tuta iper-tecnologica che le elargisce poteri quali l’invisibilità, la mimetizzazione in tante tonalità cromatiche diverse e lo scudo magnetico assorbi-proiettili, oppure col chip innestato nel corpo (CMR) che trasmette ai suoi neuroni profluvi di informazioni, per esempio sulle retine o sui battiti cardiaci degli interlocutori.

Questa prima parte della prima stagione, nel rendere alla perfezione lo spaesamento dell’avvenente agente della CPS, gli imbarazzi, i silenzi e le omissioni per tenere celata al mondo la sua vera identità, è un po’ frenata all’inizio e alla fine delle puntate dai flashback incentrati unicamente sugli aspetti emotivi, esistenziali e famigliari che la Protettrice si trascina dietro dalla sua epoca.

10720934_749349318435313_1912434120_n

Dalla seconda metà della prima stagione si passa dalla sfera intima d’una Kiera perduta in un’era a lei estranea a una Kiera ormai integrata nelle dinamiche della polizia canadese del 2012, a suo agio con la “vecchia” tecnologia e sempre più coinvolta nella lotta contro la nascente Liber8 capeggiata da Julian Randol (soprannominato Theseus), fratellastro di Alec. La storia inizia quindi a dipanarsi, offrendo una trama orizzontale ricca di spunti, e molto variegata negli accadimenti. In particolare, risaltano le visioni contrapposte di leadership in seno a Liber8, quella riflessiva, intellettuale e orientata alla strategia di Kagame e della sua compagna Sonya Valentine (discepoli principali di Theseus nella Liber8 del 2077) contro quella rude, violenta e tutta tesa all’azione di Travis Verta e Jasmine Garza. A complicare ulteriormente le cose, la comparsa dei Freelancers, i quali hanno una visione dei viaggi del tempo e sulle modifiche da apportare al corso della Storia molto differente sia da quella dei Liber8, sia da quella di Kiera.

10719529_749349481768630_2109968258_nContinuum non si fa mancare nemmeno la costituzione di linee temporali diverse, convergenti e divergenti in maniera fascinosamente convulsa nella nostra epoca, e collocate fra la fine della seconda e l’inizio della terza stagione. Un omaggio, nemmeno troppo velato, alla “sorella maggiore” Fringe.

Viene resa molto bene anche l’introspezione dei personaggi di Kiera e Carlos Fonnegra, i quali con lo scorrere delle puntate diventano sempre più consapevoli delle storture causate da una polizia asservita ai desiderata delle multinazionali, scoprendosi pertanto ogni volta un po’ più lacerati fra senso del dovere imposto dalla divisa, e disagio causato dalla scomoda presa di coscienza.

Oltre ai summenzionati flashback sul mondo interiore di Kiera nella prima parte della prima stagione, superflui ai fini dello sviluppo della trama, un altro punto debole della serie TV risiede in blocco nella prima parte della seconda stagione, dove si hanno 6-7 puntate dalla trama essenzialmente verticale e autoconclusiva che si potevano condensare nell’arco di 2-3 episodi, o quantomeno costituite da più scene (e con maggior minutaggio) che mandassero avanti la trama orizzontale.

Nonostante le ristrettezze di budget, ottime la scenografia e la fotografia dei flashback ambientati nel 2077.

10716048_749352001768378_490113121_nMale l’aspetto fonico in alcune scene della prima stagione, con suoni, voci e gemiti di dolore “sfasati” rispetto alla rappresentazione visiva dei rispettivi fotogrammi.

La prima stagione (2012) consta di 10 puntate. La seconda stagione (2013) e la terza stagione (2014) sono costituite da 13 episodi ciascuna.

Titolo originale: Continuum

Genere: fantascienza

Canale di trasmissione: Showcase

Ideatore: Simon Barry

Produzione: Sara B. Cooper, Reunion Picturers Inc., GK-TV, Boy Meets Girl Film Company, Shaw Media

Attrici/attori principali: Rachel Nichols, Victor Webster, Eric Knudsen, Stephen Lobo, Roger Cross, Lexa Doig, Tony Amendola, Omari Newton, Luvia Petersen, Jennifer Spence, Brian Markinson

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 8 ottobre 2014 da in Fuori Serie con tag , , , , , , , .
Conservare In Frigo

le cose buone che mi capitano

Marilena in the kitchen "old fashioned recipes"

"In ogni piatto c'è sempre un ingrediente unico ed irripetibile, frutto della tua energia, delle tue emozioni"(Marilena)

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

Håkan Östlundhs blogg

Om och av författaren Håkan Östlundh

Fuoco di Prometeo

Il MISTERO a portata di mano!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: