Gli Spaccia Lezioni

Escogito Ergo Sum

“Giungla”, spettacolo teatrale di Roberto Anglisani – 14 Settembre 2014


Buongiorno Spaccia Lezioni, torniamo a parlare di teatro.

Dopo la commedia dialettale “Töta culpa de Adamo”, la Biblioteca Comunale di Mairano, in collaborazione con il Museo della Civiltà Contadina, propone il monologo narrativo/teatrale di Roberto Anglisani, “Giungla”.

giunglaTratto dal romanzo “Il libro della giungla” di Kipling, l’attore/scrittore trae una rivisitazione moderna e senza fronzoli, della giungla contemporanea. La città di Milano, in particolare la Stazione Centrale, diventano lo scenario selvaggio e destabilizzante di chi non ha altro che un binario e l’ignoto davanti a se. Muli, il protagonista, è un bambino, che viene comprato dal trafficante di bambini Shircan e dai suoi scagnozzi. Di giorno girano per le città rubando, truffando e chiedendo l’elemosina. La sera consegnano il guadagno e vengono rinchiusi in una vecchia fabbrica abbandonata. Muli decide di fuggire e incontra Blaoon, un vecchio barbone, Baghera una donna africana, gestore in un bar/baracca, e tutti gli altri personaggi della storia originale vengono rappresentati qui, in situazioni diverse ma con identico contesto.

La forte drammaticità della narrazione raggiunge l’apice alla fine quando, da spettatore, si diventa parte integrante della scena che vede l’immobilità dell’intera stazione Centrale. Ogni fibra del proprio corpo è tesa a conoscere il finale, l’ultima speranza di questo gruppo di bambini.

2014-09-14 21.06.49Di impatto è l’assenza di scenografia e di attori. Un solo attore per tutti i personaggi e solo uno sgabello nero: il resto tocca allo spettatore che entra in sintonia con Anglisani, creando intorno a se le sua immagini e dando forme personali e intime ai protagonisti. Già dai primi minuti di narrazione si crea una sorta di legame a doppio filo tra Anglisani e il pubblico: l’attore dà la sua storia, i suoi sentimenti, mentre il pubblico crea immagini, suoni, sensazioni e modifica la tensione emotiva dell’aria, rimandando il tutto all’attore che lo riadatta e lo rimodella a suo piacere, fino a creare un circolo virtuoso di collaborazione tra le due parti, annullando la presenza della quarta parete, che si sposta alle spalle del pubblico, inglobandolo nel palcoscenico.

Ogni silenzio della serata era “vero silenzio”, vera assenza di suono, come il vuoto che precede il rombo di un tuono. La presenza di tanti personaggi che vengono ad alternarsi sul palco, mettono in secondo piano il fatto che una sola persona li stia raccontando.

Personalmente ho trovato affascinante e coinvolgente questo spettacolo. La figura di Baghera e la sua storia mi hanno catturata e hanno generato nella mia mente un’immagine vivida, difficile da cancellare. Spesso e volentieri mi sono ritrovata a dover tornare con i piedi per terra perché catturata e attirata all’interno di questo mondo spoglio e violento, addirittura infastidita da chi faceva rumore o interrompeva il vilo dei pensieri.

Da questo spettacolo è stato tratto il libro “Giungla” edito dalla Rizzoli. Invito tutti alla lettura e, se dovesse capitarvi, non perdete lo spettacolo, sarà un’esperienza indimenticabile.

2014-09-14 22.47.05

Tamara V. Mussio e Roberto Anglisani mentre autografa il suo libro “Giungla”

Mi complimento con la Biblioteca Comunale di Mairano, nella persona di Alessandro Cazzoletti per l’ottima proposta culturale e l’associazione Gli Amici della Museo per aver accolto un personaggio eccezionale come Roberto Anglisani.

By Tamara V. Mussio – Gli Spaccia Lezioni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Conservare In Frigo

le cose buone che mi capitano

Marilena in the kitchen "old fashioned recipes"

"In ogni piatto c'è sempre un ingrediente unico ed irripetibile, frutto della tua energia, delle tue emozioni"(Marilena)

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

Håkan Östlundhs blogg

Om och av författaren Håkan Östlundh

Fuoco di Prometeo

Il MISTERO a portata di mano!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: